Slow page dei Missionari della consolata

I migranti sono miei fratelli. Siamo chiamati ad accogliere

Breve riflessione sulla questione migranti da parte di uno degli uomini di Chiesa più importanti al mondo. Ogni persona costretta a lasciare la propria terra interpella la nostra umanità e la nostra capacità di essere solidali.

«Ho conosciuto da vicino il dolore dei profughi. È enorme, incommensurabile. Non possiamo abbandonarli al loro destino. Sono persone, non numeri».

Autore: Tagle Luis Antonio Gokim
Anno: 2016
Pagine: 64
Formato: 11 x 16,5
Data di pubblicazione: June 30, 2016 

Prezzo: 5,00€

Leggi un estratto
Curare le ferite del mondo di Luis Antonio Tagle
I migranti sono miei fratelli, EMI 2016

Rassegna stampa
I migranti sono miei fratelli
di Efrem Tresoldi
Nigrizia ottobre 2016

I migranti sono miei fratelli
a cura della Redazione
La Voce del Popolo 22/09/2016

I migranti sono fratelli
a cura della Redazione
L’Eco di Bergamo 21/08/2016

«L’illusione di una fede che chiude gli occhi e passa oltre»
di Maria Teresa Pontara Pederiva
La Stampa 30/07/2016

Tagle, cristiani chini sulle ferite del mondo
di Luis Antonio Tagle
Avvenire 26/07/2016

di emi.it

The following two tabs change content below.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.