Caro Amico:
Vicinanza alle vittime del terremoto

Di fronte al forte terremoto che ha colpito il Centro Italia, alla morte di tante persone e ai danni materiali che hanno sconvolto numerosi paesi, noi Missionari della Consolata vogliamo far arrivare a tutti una parola di conforto e di consolazione nel Signore e nella nostra Madre Consolata.
Le immagini della distruzione spezzano il cuore. Le nostre più profonde condoglianze alle famiglie delle vittime e tutta la nostra vicinanza ai sopravvissuti.
Ci facciamo voce anche dei nostri confratelli e consorelle che hanno mandato messaggi di solidarietà e affetto per i terremotati e l’Italia a nome dei cristiani delle loro comunità in Africa, America e Asia.
La terra che trema ci conferma la nostra impotenza ed evidenzia la nostra fragilità, ma ci fa anche provare tanta solidarietà e unità. Potrebbe capitare a tutti di trovarsi senza niente, senza casa, senza affetti, senza terreno sotto i piedi. Un motivo in più per apprezzare quello che abbiamo ed aiutare chi ha tutto perduto.

Missione e Missioni

Deserto giovani. Chiamati alla luce

Settanta giovani, la Certosa di Pesio, la spiritualità missionaria e certosina... p...

Giustizia, Pace, Ambiente

Rischiare la pace

Tempo di scelte nonviolente: restiamo umani....

Bibbia on the road

Luca 10. La chiamata dei primi discepoli

La pesca miracolosa: capovolgimenti di prospettive....

Io tu noi

Un'Italia diversamente italiana

Una realtà di convivenza pacifica tra persone di origine diversa è possibile...

Amico Mondo
Ecologia integraleEcco la seconda scheda per animare gruppi sull’enciclica del papa «Laudato si’»: suggerimenti e strumenti per promuovere una sensibilità ecologica secondo una prospettiva missionaria.
Lettere dei missionari
La gioia nasce donandolaNata a Roma nel 1969, ultima di cinque fratelli, Claudia Gavarini sognava di avere anche lei una grande famiglia. Nel 1998 l’ha trovata nelle missionarie della Consolata. Dopo tre periodi in Kenya intervallati da soggiorni in Italia, oggi presta il suo servizio a Castelnuovo don Bosco, paese natale del beato Giuseppe Allamano.
Preghierea Missionaria
Perché troverai misericordiaUno schema di preghiera per un’estate nel segno della misericordia. Con le parole del messaggio di papa Francesco per la Giornata mondiale della gioventù.
50 anni fa
Pasqua di Risurrezione 1958. P. Giuseppe Mina dal KenyaCarissimi, questa prima Settimana Santa che ho passato in Missione, mi ha lasciato un piccolo margine di tempo che in avvenire non avrò più. Mi venne il pensiero di raccoglierne le impressioni sulla scorta dei Testi che la rinnovata Liturgia mette a disposizione per suscitare in noi la Fede e l’amore a Gesù Cristo, che muore Crocifisso per la nostra salvezza.
Zoom
I Giubilei. Una Storia SacraIl 13 marzo 2015, nella Basilica Vaticana, durante l’omelia della liturgia penitenziale, Papa Francesco fece un annuncio che colse tutti di sorpresa e che riguardava l’apertura dell’«Anno Santo della Misericordia». Il pontefice esordì con queste precise parole: «Cari fratelli e sorelle ho pensato spesso a come la Chiesa possa rendere più evidente la sua missione di essere testimone della misericordia...
IMC News
Missionari consolata
IMC News
Certosa di Pesio
mco
Messico. Messaggi certi della ProvvidenzaIl progetto Un mattone per la Missione, in Messico, sta dando i suoi frutti. Grazie al contributo dei lettori di Amico.
Narrazioni

I tagliatori di pietre

Tre tagliatori di pietre erano impegnati nella costruzione di una cattedrale medievale. A tutti e tre fu rivolta a turno la stessa domanda: «Che cosa stai facendo?».

Misna News

Amiamo chi non è amato. Testi inediti

«Vi auguro che queste pagine facciano bene al vostro cuore come hanno fatto bene al mio», dalla Prefazione di papa Francesco. «Dedichiamo il nostro servizio a quelli che consideriamo i più poveri tra i poveri spiritualmente, coloro che non sono amati, non sono voluti, non sono assistiti, persone che nessuno ama». Il nome di Madre Teresa è indissolubilmente intrecciato all’amore per i più bisognosi: i derelitti di Calcutta, gli emarginati delle tante baraccopoli del pianeta, i senzatetto delle metropoli di ogni dove. In questo libro, che raccoglie alcuni suoi interventi inediti, la donna che Francesco ha proclamato santa rivela il cuore della sua missione: «La povertà, per noi, è la libertà di servire i più poveri tra i poveri».